“AD LIMINA PETRI”… FINO AL SOGLIO DI PIETRO

Ho viaggiato a lungo in bicicletta.
E sotto le ruote dei pedali scorreva la strada, e la vita, ed ogni chilometro pedalato e conquistato era un passo in più, una scoperta, una crescita.

ALP-ospitale-logoOggi inizio un nuovo viaggio. Con l’associazione Ad Limina Petri, che mi ha eletta presidente.
La sfida è importante, per l’associazione, e viene direttamente dall’ufficio nazionale CEI per il turismo: costruire, assieme a tutti Cammini di Fede d’Italia, una casa comune. Un luogo di incontro e confronto dove parlare con le stesse parole, ritrovarsi intorno ai comuni valori, per offrire ai tanti pellegrini che attraversano il nostro paese una rete su cui muovere i propri passi, luoghi di bellezza e meditazione, comunità che accolgano, sicurezza lungo il cammino, esperienze di vita e di preghiera.
E dunque non posso che ringraziare chi ha accompagnato fino ad oggi l’associazione, l’ufficio nazionale CEI per il turismo, i volontari che hanno prestato il proprio servizio, e chi si appresta ad iniziare insieme questo nuovo viaggio.

Che sia un buon cammino!
Scopri di più!…

CI METTIAMO IN GIOCO?

Ci mettiamo in gioco” rappresenta la sfida di una intera comunità che intende dimostrare che attraverso la pratica e l’educazione sportiva si possono realizzare percorsi diffusi crescita personale, sociale, culturale: si identifica nell’ambito dell’educazione extra-scolastica e dell’inclusione dei minori,  giovani, migranti e portatori di diverse abilità che versano in situazioni di disagio sociale.
Il progetto ha vinto il bando “Inclusione sociale attraverso lo sport” della presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio dello Sport, il quale lo ha reputato così virtuoso da conferirgli il massimo dei punti: primo tra 600 ammessi in tutta Italia.

continua a leggere , oppure lascia un commento!

SUOR NICOLINA, YAHELA E IL CONIGLIO BIANCO DI ALICE

Suor Nicolina, accortasi che eravamo sveglie, ci ha bussato alla porta con una moka fumante pronta a riempire due tazzine di fine porcellana rosa.
Doccia e sacche.

Durante i nostri pellegrinaggi abbiamo sempre portato con noi dei testi e delle letture che ci accompagnassero lungo la strada, come riflessione e come preghiera: tra Canterbury e Roma avevamo alcune lettere di San Paolo, lungo il Reno una raccolta di lettere di Carlo Magno ai suoi vescovi.
Quest’anno abbiamo scelto San Francesco: i suoi scritti e quelli di Santa Chiara, assieme ad alcuni approfondimenti teologici, fanno da sfondo al nostro peregrinare.
Questa mattina ci siamo prese qualche minuto per leggere all’ombra nel giardino curato della casa delle suore. Anche suor Nicolina ci ha raggiunte e si è silenziosamente seduta con noi ad ascoltare, su un piccolo piccolo tavolo di plastica da gioco da bambini…

continua a leggere , oppure lascia un commento!

EMILE

Calais, Coquelles, Frethun, Guines, Ecottes, Licques

È ormai pomeriggio. Abbiamo iniziato a cercare alloggio per questa notte, e siamo al quarto tentativo.
Alla risposta del curato del paese “l’anno prossimo è dei pellegrini, quest’ano no!” e ad un’altra porta in faccia, gettiamo la spugna. Sedute sui gradini della sagrestia di San Norberto, ci consoliamo con dei Kinder Bueno.
Mi domando: <“Bussate e vi sarà aperto”…Ma dove è??…>.
Ripartiamo, alla ricerca di un campeggio. Ci sorprende un cielo tetro di nuvole nere e ocra, improvvise raffiche di vento e un acquazzone imminente. Non faremo mai in tempo a raggiungere un camping, ammesso ve ne sia uno nei paraggi.
Inizia a piovere.

Un vecchio signore ci guarda dalla staccionata del proprio piccolo giardino.
Ha un garage?” “Ho due stanze“.
La pioggia ormai battente ci fa vincere la paura, e ci offre pace lo sguardo di quell’uomo, calmo e profondo come l’oceano. Siamo dentro appena in tempo per sfuggire alla pioggia che si è fatta scrosciante….

continua a leggere , oppure lascia un commento!

UN TRENO PER VENTIMIGLIA

Martedì 2 agosto – giorno 1 – Roma Genova Ventimiglia. Zero km.

gaia-treno-bici-termini

Roma. Un giorno di luglio, buio e black out totale.
Corse e tentativi di recuperare in corner tutti i fili e le fettucce sbandierati e sbattuti dal vento. Bucati, Baloo il mio grande cane da portare a Blera, nella Tuscia Viterbese. Lavoro da recuperare e chiudere: CTS, UNPLI, ecchissàquantoaltro.
Le sacche. Buio. Vuoto. Panico e fretta di andare.
Il tempo che corre e non basta mai. Ma devo partire, voglio partire. Scelta. Biglietto fatto. Alle 11:57 sarò su un treno che mi porterà a Genova. E da lì sarà tutto da inventare o improvvisare. Nottata, sveglia all’alba, backup dell’hard disk da lasciare a casa, per precauzione…

continua a leggere , oppure lascia un commento!

L’ACCOMPAGNAMENTO DELLE PRO LOCO D’ITALIA: CAMMINITALIANI.IT

Camminitaliani.it è il progetto dell’Unione pro loco italiane che si propone di mettere in rete e valorizzare i Cammini d’eccellenza e le iniziative territoriali di cammino.
cammini-italianiCon un gruppo di lavoro eterogeneo, composto dalla presidenza UNPLI, da consulenti esperti di cammino e di valorizzazione dei territori, di comunicazione e pianificazione, abbiamo redatto la scheda che è diventata progetto e poi realtà, nel 2015.

La manifestazione di punta, la staffetta “Da Francesco a Francesco” unisce ogni autunno Assisi a Roma, in una linea ideale tra il Santo povero ed il Papa degli ultimi…

continua a leggere , oppure lascia un commento!

Restyling…

Nel perfetto spirito del work-in-progress ho rivisiato la struttura del sito!
Dopo i diari di viaggio che sto alimentando con storie, racconti e mappe, ho risistemato il menù:

  • Competenze: servizi e competenze a tua disposizione 😉
  • Progetti: i progetti attuali, che possono diventare ponti con altri luoghi, altre persone, in un nuovo tempo che inizia oggi
  • Esperienze: esperienze e passaggi di vita, testimonianze sulla viva pelle.

Grazie di seguirmi! Se vuoi, lascia un commento, mi farà piacere…

CAMPOMARINO, GLI ARBËRESHË E UNA CULTURA “MESCOLATA”, DA SEMPRE

8:16
Stamattina un vento teso e arrabbiato arruffava le onde di un mare grosso e pieno di schiuma.
Le reti secche e bianche di sale e le barche con gli scafi di legno sventrati per la manutenzione mi hanno lasciato addosso un senso di malinconia, umido ed appiccicoso come la salsedine.
Franco è venuto a prendermi alle 8:40 e con lui abbiamo provato a vedere se la macchina fosse in grado di affrontare il viaggio almeno da qui a Cerignola. Ricevuto l’ok dal cognato carrozziere ci muoviamo verso Campomarino.
I due “Franco” di Libera Molise hanno organizzato un incontro presso l’Istituto comprensivo “Carriero”, alla presenza del preside e di rappresentanti dell’amministrazione comunale.
Appoggiato sulla costa adriatica, Campomarino è uno dei cinque Comuni molisani di tradizione arbëreshë, eredità di antichi insediamenti balcanici in queste zone della cui tradizione, lingua e cultura gli adulti di oggi sono ultimi depositari…

continua a leggere , oppure lascia un commento!

RICCARDO

Riccardo ha una macelleria sulla statale, all’ombra delle montagne, sotto il valico.
Ci fermiamo a bere, si affaccia: “Ma voi andate in Terra Santa? Vi ho visto alla televisione!”
È un ragazzone imponente, ha occhi scuri e ciglia lunghe, e un sorriso tenero.
Ci vuole offrire qualcosa….

continua a leggere, oppure lascia un commento!