Ad Limina Petri

Ad Limina Petri significa, letteralmente, “Al soglio di Pietro” – o “alle soglie“, al luogo della sepoltura. Racconta dei pellegrini che nei secoli si sono messi in marcia verso Roma.
Dal 2010 identifica anche l’associazione nata dalla riflessione comune dell’Ufficio Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana per la Pastorale del Tempo libero, Turismo e Sport (UNTS), del Servizio Nazionale della CEI per la Pastorale Giovanile e del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale, dalla quale è nata l’Associazione Ecclesiale Italiana della Via Francigena e delle Antiche Vie di Pellegrinaggio “Ad Limina Petri, in collaborazione con la Segreteria Generale della CEI e il Pontificio Consiglio della Cultura.

ALP-ad-limina-petri

In questi dieci anni l’associazione ha camminato a lungo, e lavorato per diffondere la spiritualità ed il senso più profondo del pellegrinaggio cristiano, ma anche i suoi risvolti sociali e culturali. Si è impegnata per la sicurezza e l’accoglienza di pellegrini e viandanti, procedendo alla mappatura di alloggi e ospitali, in particolare lungo la via Francigena.

Oggi, affronta una rinnovata sfida: accompagnare il percorso verso la piena realizzazione di #locusitinera, secondo le linee guida del progetto “Locus Lucis” dell’Ufficio per il Turismo CEI, che indica la via per una pastorale integrata dei luoghi della fede e del pellegrinaggio in Italia. #locusitinera è la regione progettuale che riguarda i Cammini religiosi: un ampio ed ambizioso programma di accompagnamento ed accoglienza. Una rete nazionale.

Fin qui, un percorso. Che in realtà è fatto di molti percorsi, storie di vita ed aneddoti, di incontri ed intersezioni, che potrei raccontare, e magari racconterò…
Ma, oggi, c’è qualcosa in particolare di cui vorrei parlarvi.

pellegrini-bicicletta-camminoHo viaggiato a lungo in bicicletta.
E sotto le ruote dei pedali scorreva la strada, e la vita, ed ogni chilometro pedalato e conquistato era un passo in più, una scoperta, una crescita.
Oggi inizio un nuovo viaggio. Con l’associazione Ad Limina Petri, che mi ha eletta presidente.
La sfida è importante, per l’associazione, e viene direttamente dall’ufficio nazionale CEI per il turismo: costruire, assieme a tutti Cammini di Fede d’Italia, una casa comune. Un luogo di incontro e confronto dove parlare con le stesse parole, ritrovarsi intorno ai comuni valori, per offrire ai tanti pellegrini che attraversano il nostro paese una rete su cui muovere i propri passi, luoghi di bellezza e meditazione, comunità che accolgano, sicurezza lungo il cammino, esperienze di vita, e di preghiera.
E dunque non posso che ringraziare chi ha accompagnato fino ad oggi l’associazione, l’ufficio nazionale CEI per il turismo, i volontari che hanno prestato il proprio servizio, e chi si appresta ad iniziare insieme questo nuovo viaggio.
Che sia un buon cammino!